APOFILLITE

I suoi benefici in cristalloterapia

Stilbite rosa su apofillite 136 gr cristalloterapia

L’apofillite è un minerale appartenente alla famiglia delle zeoliti ed è un fillosilicato con formula KCa4Si8O20(F,OH)·8H2O che cristallizza nel sistema tetragonale. Ha origine idrotermale e durezza 4,5-5  della scala di Mohs.

Questa pietra è molto ricca di acqua: se scaldata tende a sfogliarsi in piccole lamelle (ecco la derivazione del suo nome) e per questo conduce molto bene l’energia.

Ha un colore trasparente o con tinte pastello come verde, azzurrino, giallo o anche rosa tenue e la varietà verde acqua agisce sul quinto chakra, mentre la bianca purifica il settimo chakra.

Tale pietra è abbastanza comune e proviene spesso da giacimenti situati India ed Islanda.

BENEFICI PER LA PSICHE

  • Se utilizzata durante la meditazione, dona tranquillità e permette di aprirsi al prossimo in modo sincero;
  • indossandola, riesce a combattere molte paure infondate;
  • libera dai sensi di colpa e dalla dipendenza da schemi mentali dannosi;
  • aiuta a manifestare la propria indole;
  • infonde luce e speranza in momenti di difficoltà.

BENEFICI PER IL CORPO

  • se poggiata sul torace, aiuta chi ha problemi di asma e contrasta le allergie;
  • allevia le infiammazioni dei nervi;
  • stimola la rigenerazione di mucose e pelle.

PURIFICAZIONE: questo cristallo non ama l’acqua; per purificarlo è consigliabile riporlo su una famiglia naturale di ametista o di cristallo di rocca.

In alternativa si possono utilizzare la luna crescente, il reiki o il sole non diretto.

Quando l’apofillite avrà ceduto tutto il potenziale energetico di cui dispone diverrà fragile e si romperà; a quel punto è opportuno riconsegnarla alla natura, liberandola in mare o in un corso d’acqua

UTILIZZO: ottima come elisir, è utilissima in meditazione ed in cristalloterapia.

>clicca qui per vedere il nostro articolo completo sulla Cristalloterapia.

E’ opportuno ricordare che le pietre non possono essere considerate un’alternativa alla medicina.