Maison Anonimo

Brevi cenni storici sulla famosissima Maison Anonimo

Maison Anonimo

Di nome, non di fatto…

Appariscente, ma non sfacciato. Innovativo, ma senza alcuna concessione alla stravaganza. Importante, per le dimensioni delle casse e per la leggibilità dei quadranti, ma mai eccessivo.
Anonimo di nome, certamente non di fatto, il marchio d’orologeria nato in Italia – a Firenze, per la precisione – nel 1997, si è immediatamente fatto notare all’attenzione degli appassionati e degli addetti ai lavori per una produzione che ha come riferimento l’innovazione tecnologica e il rigore del design.
A dispetto del suo nome, Anonimo non ha rinunciato a trovare una propria identità anche attraverso la ricerca estetica. Il marchio italiano ha una precisa e forte personalità, sottolineata dall’impostazione sportiva, con una predilezione per l’uso tecnico e dichiaratamente maschile, dalla particolare modulazione e finitura delle casse sempre realizzate in acciaio Inox, dall’adozione su tutta la gamma di movimenti meccanici, da quadranti di chiara e immediata leggibilità e, non ultima, dall’invenzione di particolari sistemi riguardanti l’impermeabilità.
Dietro Anonimo c’è tutta l’esperienza di Federico Massacesi, imprenditore fiorentino ben noto nel mondo dell’orologeria, che ha raccolto – insieme ad un piccolo, ma appassionato team d’orologiai e designer – la sfida di affrontare il mercato globale con una produzione di qualità, lontana dalla fugacità delle mode e invece ancorata ai principi di rigore funzionale ed estetico tipici dell’orologeria di tradizione e, come corollario finale, pensata e prodotta in Italia. Il tutto preso molto sul serio, al punto da potersi permettere – in un mondo dominato da grandi firme e da altisonanti proclami pubblicitari – di presentarsi al mondo intero con un nome ”Anonimo”.

Fonte: www.orologico.it